Articolo: Art4Fan: una mostra d’arte e un convegno scientifico su Pinna nobilis

Art4Fan: una mostra d’arte e un convegno scientifico su Pinna nobilis

Dal 27 ottobre al 1° novembre a Trieste una mostra a cavallo tra Arte e Scienza sul più grande mollusco del Mediterraneo, ora a rischio di estinzione anche nel Golfo di Trieste.

 Cosa può dire l’Arte su un mollusco? Cosa mai potranno aggiungere illustratori, scultori, grafici alle descrizioni offerte dalla scienza e dagli scienziati?

La risposta è: una narrazione, parallela ma sinergica – oseremmo dire simbiontica -, a quella scientifica.

Quella che una quindicina di giovani artisti hanno costruito nelle ultime settimane attraverso illustrazioni, fumetti, sculture di vetro, installazioni in ferro saldato, opere in tactile design e altro ancora, è una vera e propria “storia”: è la storia di Pinna nobilis, il più grande grande mollusco bivalve del Mediterraneo, del rischio che sta correndo a causa di un parassita che ne sta decimando le popolazioni dalle coste spagnole all’Alto Adriatico, e di come il mondo scientifico si stia muovendo per monitorare e conservare questa specie.

art4fan

La mostra d’arte

A raccontare questa storia sarà #Art4Fan, un progetto promosso dall’Area Marina Protetta di Miramare e dalla cooperativa Shoreline, in cui Arte e Scienza si intrecciano per sostenere la conoscenza, la sensibilizzazione e la divulgazione scientifica per il mare.

I protagonisti di questa iniziativa sono 15 artisti che – dopo una giornata di full immersion scientifica insieme ai ricercatori di AMP Miramare, OGS e Università di Trieste – si sono cimentati nella realizzazione di altrettante opere d’arte, ognuno con il proprio estro creativo e la propria tecnica rappresentativa. Nell’insieme le opere compongono un articolato percorso narrativo sul grande mollusco, dalle sue caratteristiche biologiche al ruolo ecologico, e sulle attività condotte nell’ambito del progetto “Restorfan”, dai monitoraggi alle analisi genetiche, dagli eventi di citizen science alla stessa divulgazione scientifica.

La mostra, allestita presso la Sala Xenia, in Riva 3 Novembre a Trieste, aprirà martedì 27 ottobre alle 16 alla presenza degli artisti e del critico d’arte Marianna Accerboni, e rimarrà visitabile al pubblico fino a domenica 1° novembre, tutti i giorni dalle 15 alle 18, nel rispetto di tutte le misure di prevenzione del contagio.

Al progetto #Art4Fan – realizzato con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia e del progetto Restorfan, finanziato dalla French Facility for Global Environment e dalla Fondazione Principe Alberto II di Monaco tra i progetti selezionati da MedPAN – hanno collaborato il Dipartimento di Scienze della Vita dell’Università di Trieste, l’Istituto di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale e il quotidiano “Il Piccolo” in qualità di media partner.

Le opere di Art4Fan sono di Isacco Alberti, Niccolò Argenti, Damiano Avoledo, Alessia Bontempi, Mattia Cassaro, Manuela Ceresoli, Valérie Cortelazzi, Silvia Patricia Mantoani, Elisabetta Milan, Elena Perco, Massimo Spadari, Giada Tonello, Greta Vettori, a cui si aggiungono le fotografie di Lorenzo Peter Castelletto e Saul Ciriaco dello staff AMP Miramare.

Il workshop scientifico

Venerdì 30 ottobre l’originale percorso espositivo verrà inoltre presentato ad una platea di scienziati e studiosi dei principali enti che a livello locale e nazionale si stanno occupando di Pinna nobilis, nell’ambito del convegno tecnico-scientifico organizzato da AMP Miramare per illustrare i risultati del progetto Restorfan e per fare un punto sullo stato di salute, conservazione e protezione della specie a livello Mediterraneo e italiano, con un aggiornamento in particolare sull’area del Golfo di Trieste interessata dal fenomeno da fine 2019.

All’incontro, condotto dal direttore della riserva marina Maurizio Spoto, parteciperanno funzionari e ricercatori della Direzione generale per il mare e le coste del Ministero dell’Ambiente, dell’Ispra, delle Università di Napoli Parthenope, di Teramo e di Trieste, del Servizio Biodiversità della Regione FVG, di OGS e ARPA FVG.

Il convegno si svolgerà in modalità a distanza tramite la piattaforma ZOOM dalle 10 alle 13.
Clicca sull’immagine per leggere il programma del workshop e il link per partecipare: