Articolo: Domenica 21 marzo: webinar “Verde di mare”

Domenica 21 marzo: webinar “Verde di mare”

Producono ossigeno, sequestrano CO2, stabilizzano i fondali e rappresentano habitat preziosi per numerose comunità biologiche: il ruolo fondamentale delle foreste marine e i progetti per preservarle e ripristinarle nel Golfo di Trieste nel secondo webinar organizzato da WWF AMP Miramare e OGS, in occasione della Giornata Mondiale delle Foreste.

Tutti sappiamo che le foreste forniscono servizi essenziali alla vita dell’uomo sul Pianeta, perché sostengono una ricchissima biodiversità, garantiscono la protezione del suolo e la qualità dell’aria e delle acque, e mitigano gli effetti dei cambiamenti climatici assorbendo grandissime quantità di carbonio prodotte dalle attività umane.

Quello che però non tutti sanno è che a svolgere questo ruolo fondamentale non sono solo le foreste e i boschi che ricoprono le terre emerse ma anche le loro “cugine” marine: le foreste e le praterie marine sono importantissime per il funzionamento degli ecosistemi marini, capaci come sono di creare veri e propri habitat e nursery per tantissime specie, anche di interesse commerciale, e di contribuire alla produzione di ossigeno, allo stoccaggio del carbonio e alla stabilizzazione dei fondali. Ma i cambiamenti climatici, l’inquinamento e altri fattori umani ne stanno causando una forte regressione, tanto da richiedere veri e propri progetti di “restauro marino”.

Del ruolo del “verde di mare” e delle attività sperimentali di restoration che si stanno portando avanti nel Golfo di Trieste si parlerà domenica 21 marzo – in occasione della Giornata mondiale delle Foreste – durante il secondo webinar del ciclo “Siamo in Onda”, organizzato da WWF Area Marina Protetta di Miramare e OGS nell’ambito delle azioni divulgative per il Decennio delle Scienze del Mare per lo Sviluppo Sostenibile (2021-2030) proclamato dalle Nazioni Unite.

Dai servizi ecosistemici forniti da foreste e praterie marine, illustrati da Maria Cristina Gambi, prima ricercatrice della Stazione Zoologica Anton Dohrn, si passerà ai progetti di monitoraggio, conservazione e ripristino ambientale di foreste e praterie marine condotti anche nel Golfo di Trieste nell’ambito di progetti internazionali come RocPopLife, di cui parlerà Annalisa Falace, docente di ecofisiologia delle macroalghe marine presso il Dipartimento di Scienze della Vita dell’Università di Trieste. Concluderà l’incontro, moderato dal direttore generale di OGS Paola Del Negro, un intervento di Antonio Terlizzi, docente di zoologia e biologia marina all’Università di Trieste, sulle ricche comunità biologiche che proliferano tra le praterie e le foreste marine, habitat fondamentali anche per supportare la produttività ittica dei nostri mari.

Anche in questo secondo webinar, ad impreziosire la narrazione dei relatori ci saranno le mappe concettuali realizzate in tempo reale dal visual thinker Jacopo Sacquegno, che aiuterà il pubblico a cogliere sensi e significati descritti dalle parole dei relatori attraverso veri e propri riassunti visuali.

Il webinar potrà essere seguito tramite zoom a questo link

https://bit.ly/2Q6Lg6f

oppure in diretta facebook dalle pagine istituzionali dell’Area Marina Protetta di Miramare (@AMPMiramare) e di OGS (@INOGSit)

Il ciclo di incontri “Siamo in onda” è realizzato nell’ambito del progetto “Diverso – Divulgazione e ricerca per un futuro sostenibile” finanziato dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

Gli ultimi due incontri si svolgeranno il 22 aprile (“Pianeta oceano”), in occasione della Giornata mondiale della Terra e il 21 maggio (“Animali con la valigia”), in occasione della Giornata mondiale della Biodiversità

Per gli iscritti all’ AIGAE – Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche, la partecipazione ai webinar dà diritto al riconoscimento dei crediti di aggiornamento (1 credito a webinar).

Il programma del 21 marzo

Ore 17.30

Introduzione e saluti

Paola Del Negro, direttore generale OGS

Ore 17.45

“I servizi ecosistemici delle foreste e praterie marine”.

Maria Cristina Gambi, prima ricercatrice della Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli

Ore 18.00

“Giardinieri del mare: progetti di restoration nel Golfo di Trieste”

Annalisa Falace, docente di ecofisiologia delle macroalghe marine presso il Dipartimento di Scienze della Vita dell’Università di Trieste

Ore 18.15

“La comunità ittica nelle foreste e praterie marine”

Antonio Terlizzi, docente di zoologia e biologia marina presso il Dipartimento di Scienze della Vita dell’Università di Trieste

Ore 18.30

Domande e conclusioni