Articolo: Domenica 27 settembre: #cirimettiamolepinne a Barcola con #sub4fan

Domenica 27 settembre: #cirimettiamolepinne a Barcola con #sub4fan

Si svolgerà lungo la riviera barcolana, con partenza dal porticciolo del Cedas, l’ultimo appuntamento di citizen science della campagna #cirimettiamolepinne #sub4fan per il monitoraggio scientifico di Pinna nobilis nel Golfo di Trieste, con diversi club subacquei coinvolti. A riva tecnici di WWF e OGS illustreranno al pubblico cosa sta succedendo al più grande bivalve del Mediterraneo.

L’evento, inserito nella cornice di NEXT, il Festival della ricerca scientifica che si svolgerà a Trieste dal 25 al 27 settembre, è organizzato in collaborazione con OGS.

Pinna morta bavosa saul ciriaco 1 xcf

Come nelle tappe di Sistiana e Muggia delle scorse settimane, partendo dal porticciolo del Cedas, diversi gruppi di subacquei coordinati dallo staff AMP Miramare “batteranno” i fondali della riviera barcolana per censire gli esemplari di nacchere, verificando la presenza di individui sopravvissuti nel Golfo di Trieste al parassita protozoo che sta decimando le popolazioni del più grande bivalve del Mediterraneo.

Nel corso della mattinata, mentre i sub effettueranno i transetti di censimento, nei pressi del porticciolo sarà allestito un punto informativo di sensibilizzazione del pubblico sulla campagna che l’AMP Miramare sta portando avanti dall’estate scorsa nell’ambito del progetto RESTORFAN, finanziato dalla French Facility for Global Environment e dalla Fondazione Principe Alberto II di Monaco e selezionato nell’ambito dell’invito regolare per piccoli progetti di MedPAN.

Grazie inoltre alla presenza di un tecnico dell’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale scopriremo dettagli e curiosità sulla biologia e il ruolo ecologico della pinna e testeremo l’”avvistAPP”, l’applicazione sviluppata da OGS che consente a chiunque di registrare in tempo reale i propri avvistamenti di specie marine e che, grazie alle segnalazioni dei comuni cittadini o singoli subacquei, può offrire un quadro ancora più completo delle effettive condizioni del popolamento della nacchera ma anche della presenza e distribuzione di tante altre specie, autoctone o aliene, che popolano il Golfo di Trieste.

Con l’evento del Cedas la campagna #sub4fan #cirimettiamolepinne volge dunque verso la fine, ma il progetto Restorfan non finisce qui: presto vi racconteremo cosa bolle in pentola, intanto vi aspettiamo domenica al Cedas!