Articolo: EARTH HOUR 2019: sabato 30 appuntamenti al buio anche a Trieste

EARTH HOUR 2019: sabato 30 appuntamenti al buio anche a Trieste

Fermare la perdita della biodiversità e dimezzare le emissioni climalteranti a livello globale entro il 2030: insieme si può. Anche Trieste aderisce alla mobilitazione internazionale del WWF contro il cambiamento climatico, con un ricco calendario di eventi.

 wwf eh 2019 global ooh long landscape 9021x3021 679636

Sabato 30 marzo si svolgerà Earth Hour – l’Ora della Terra, il più grande evento globale sui cambiamenti climatici di grande rilevanza internazionale e consolidato anche in Italia, promosso dal WWF, sostenuto e patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal Senato della Repubblica, dalla Camera dei Deputati e dall’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), solo per citare alcuni dei patrocini più prestigiosi, e in collaborazione con il MIUR. Altri enti e istituti stanno continuando ad aderire in queste ore.

Anche quest’anno, al fine di evidenziare l’urgenza e la necessità di contrastare ed arrestare il cambiamento climatico, le luci di decine di migliaia di edifici, palazzi, monumenti si spegneranno per un’ora – dalle 20,30 alle 21,30 – attraverso tutti i fusi orari dal Pacifico alle coste atlantiche. Il cambiamento climatico in atto su tutto il pianeta, e di cui anche nel nostro Paese sono evidenti gli effetti devastanti, è una delle grandi priorità ambientali e sfide future che il genere umano dovrà affrontare con impegni e azioni concrete da parte di tutti.

La grande mobilitazione globale del WWF che, partendo dal gesto simbolico di spegnere le luci per un’ora, unisce istituzioni e imprese in una comune volontà di dare al mondo un futuro sostenibile e vincere la sfida del cambiamento climatico è la dimostrazione che insieme si può fare una grande differenza.

Dalla prima edizione del 2007, che ha coinvolto la sola città di Sidney, la grande ola di buio si è rapidamente propagata in ogni angolo del Pianeta, lasciando al buio piazze, strade e monumenti simbolo come il Colosseo, Piazza Navona, il Cristo Redentore di Rio, la Torre Eiffel, Il Ponte sul Bosforo e tanti altri luoghi simbolo, per manifestare insieme contro i cambiamenti climatici.

 

Anche Trieste aderisce simbolicamente alla manifestazione spegnendo due palazzi simbolo della città: il Municipio e il Castello di Miramare, grazie alla sensibilità del Comune di Trieste e del Museo Storico e il Parco del Castello di Miramare, che hanno aderito all’iniziativa internazionale.

L’Area Marina Protetta di Miramare, unica oasi regionale del WWF, proporrà una passeggiata serale nella Riserva della Biosfera di Miramare, tutelata dall’Unesco, nella zona di Monte Grisa, per riflettere sull’inquinamento luminoso. Quello che colpisce maggiormente nelle foto che ci arrivano dalla Stazione Spaziale Internazionale sono le luci delle città, che come enormi ragnatele connettono cose e persone, case e fabbriche, porti e stazioni. Il progresso però ha portato un cambiamento anche nel modo in cui guardiamo al cielo stellato. Lo faremo anche noi, sabato sera grazie ad una guida naturalistica, ad un telescopio e ad un esperto di astronomia che ci guiderà nella lettura del cielo primaverile. L’evento, gratuito, adatto ad adulti e famiglie, prevede il ritrovo alle 18.30 al piazzale davanti i cancelli del tempio di Monte Grisa. Si consiglia vivamente di portare con sé una torcia per agevolare il rientro al buio e un plaid per sedersi a terra! Non è richiesta la prenotazione.

Nelle mattinate di venerdì e sabato, inoltre, l’Associazione WWF Trieste ONLUS in collaborazione con la Bottega del Mondo Mosaico, predisporrà un banchetto in piazza Cavana, per la promozione e la sensibilizzazione dell’iniziativa. Coloro che vorranno supportare il WWF Italia tramite l’iscrizione a socio, riceveranno in regalo un uovo pasquale WWF. Infine, sempre a cura dell’Associazione e del Mosaico, alcuni esercizi pubblici triestini serviranno la cena a lume di candela, contemporaneamente sensibilizzando verso l’iniziativa. Ecco l’elenco degli aderenti:  Hostaria Malcanton, Mimì e Cocotte, Cantina degli ostinati, Ristorante Savron, Cafè della musica, Ristorante ai Fiori, Caffè Tommaseo, Ginger-Tea & Cakes (preserale).