Articolo: Il TG del muretto: la biodiversità che non vedi

Il TG del muretto: la biodiversità che non vedi

Cosa c’entrano i muretti a secco con la biodiversità?
Lo scoprirete con noi dell’AMP Miramare e con gli attori del TeatroBandus nei 4 appuntamenti domenicali gratuiti con il “TG del muretto”: ogni domenica a partire dal 1° ottobre in una location diversa tra Prosecco e Contovello, andrà in scena, per bambini e famiglie, un originalissimo telegiornale con approfondimenti, interviste, rubriche speciali e gossip per raccontare cosa succede sopra, sotto, dentro e attorno ai muretti carsici, veri e propri condomini brulicanti di vita.
A fine “notiziario” seguirà un breve passeggiata accompagnata, per osservare “dal vivo” i muretti, e le specie che vi dimorano attorno: armati di mappa e spirito di osservazione, individueremo lungo il percorso animali e vegetali protagonisti del TG.

“Il paesaggio rurale italiano sarebbe davvero poca cosa se si pensasse di eliminare, per gioco e simulazione o per follia, gli innumerevoli manufatti in pietra a secco che nel corso dei secoli sono stati realizzati – praticamente in ogni regione d’Italia- da abili costruttori capaci di trovare in quel materiale la risposta più immediata e adatta per rispondere alle proprie esigenze di vita e di lavoro”.
(cit. da “Pietra su pietra” di D. Murtas, Pentàgora edizioni, 2015)

Proviamo per un istante a chiudere gli occhi e a immaginare il Carso senza muretti a secco: strade, terreni, proprietà e terrazzamenti perderebbero la loro personalità, come una frase senza punteggiatura.
Proprio per la valorizzazione di questi caratteristici elementi del paesaggio rurale carsico nasce “Il TG del muretto”, un progetto promosso dalla Regione Friuli Venezia Giulia e curato dall’Area Marina Protetta di Miramare per promuovere la conoscenza del territorio e della sua biodiversità.

Biodiversità per davvero, dal momento che il muretto non è solo un elemento architettonico e paesaggistico, ma soprattutto un habitat speciale: sebbene nasca come un limite, una barriera per dividere ciò che sta di qua da ciò che sta di là, quello che più importa, biologicamente parlando, è quello che il muretto lascia filtrare e accoglie nel suo tessuto costruttivo, fatto di pieni, ma anche di molti spazi vuoti.

Vuoti per modo di dire, perché sono, invece, più che vissuti, e la logora immagine di un mondo verticale, sterile e disabitato, è quanto di più facile da smentire: e noi ci divertiremo a smentirlo, assieme al pubblico e agli attori di TeatroBandus, che in quattro appuntamenti domenicali nel mese di ottobre, metteranno in scena, con le guide WWF, un telegiornale specialissimo, il TG del Muretto, con tutte le news, gli approfondimenti, i protagonisti, i fatti di cronaca e di costume, le rubriche speciali e i gossip che ruotano sopra, sotto, dentro e attorno ai muretti carsici.

Miss Muretto, Chi l’avvista, consigli di medicina alternativa, gare canore, dispute famigliari, cambiamenti climatici, saranno visti e narrati dalla parte di cinciallegre, porcospini, chiocciole, licheni, orbettini, toporagni e degli innumerevoli condomini della comunità del muretto, grazie a interviste, inviati speciali e dirette dallo studio.

A seguire, dopo il “notiziario”, seguirà un breve passeggiata accompagnata, per osservare “dal vivo” i muretti, e le specie che vi dimorano attorno: armati di mappa e spirito di osservazione, individueremo lungo il percorso animali e vegetali protagonisti del TG.

I quattro appuntamenti, tutti diversi uno dall’altro, rigorosamente all’aperto (meteo permettendo) e in quattro location diverse comprese tra Prosecco e Contovello, si susseguiranno domenica 1, 15, 22 e 29 ottobre, con inizio ore 10,30 e durata di un’ora e mezza circa.

Gli appuntamenti sono stati pensati e progettati per un pubblico di famiglie, ma certamente non deluderanno chi mantiene vivi curiosità e senso di meraviglia, e apprezza un approccio alla biodiversità poco… ortodosso!

La prenotazione è gradita e consigliata perché in caso di maltempo possiamo contattare gli iscritti per variazioni di programma, chiamando il numero 040 224147 interno 3 – entro il venerdì precedente alle ore 16.