Articolo: Jellywatching di primavera

Jellywatching di primavera

La primavera è arrivata e porta con sé anche le sciamature di meduse. Siete appassionati osservatori? Allora non sarà difficile notare sulla superficie le più comuni botte marine, le meno frequenti aequoree o ancora le più appariscenti meduse quadrifoglio.

 

 

A innescare l’arrivo in determinati periodi, e in quantità più o meno abbondanti, sono i cambi stagionali di temperatura e di luce e i mutamenti della rete trofica marina, come l’aumento dei nutrienti a disposizione delle meduse e/o la contestuale diminuzione dei loro predatori.

Nell’ambito delle campagne di biomonitoraggio condotte dal nostro staff lungo la costiera triestina vi terremo informati con un bollettino periodico degli avvistamenti più significativi rilevati e delle variazioni di temperatura e salinità del mare durante l’arco dell’anno: rimanete sintonizzati!

Nella foto, medusa quadrifoglio (Aurelia aurita) in Area Marina Protetta di Miramare (Saul Ciriaco)