Articolo: Pesca eccessiva, a rischio il futuro di 800 milioni di persone

Pesca eccessiva, a rischio il futuro di 800 milioni di persone

Se la comunità internazionale migliorerà la gestione della pesca e la conservazione degli habitat marini, gli oceani potranno ancora provvedere a fornire le risorse ittiche necessarie ad una popolazione in crescita, altrimenti entro il 2050 potrebbero essere milioni le persone dei paesi in via di sviluppo a non potersi permettere di consumare pesce, una risorsa che oggi rappresenta una base essenziale di cibo e proteine: lo dicono i risultati del nuovo report commissionato dal WWF sul futuro della pesca e del consumo di pesce a livello globale.

Leggi qui l’articolo completo del WWF Italia