Articolo: Miramare in rete coi patrimoni UNESCO Fvg

Miramare in rete coi patrimoni UNESCO Fvg

Ci sarà anche la Riserva della Biosfera di Miramare alla tavola rotonda “Reti e sinergie per comunicare le Eccellenze UNESCO FVG. Quali strumenti per la valorizzazione dei Patrimoni?”, organizzata dal Dottorato interateneo in Ingegneria Civile-ambientale e Architettura presso il campus di piazzale Europa di UniTs per mercoledì 23 ottobre dalle ore 9.

 

 

Schermata 2019 10 22 alle 11.44.54

Obiettivo dell’incontro è quello di sviluppare un dibattito e creare sinergie tra tutti i soggetti coinvolti a vario titolo nella gestione dei siti e delle aree tutelate dall’UNESCO in Friuli Venezia Giulia.

Accanto ai 5 siti di Aquileia, Cividale, Palmanova, Dolomiti e Palù di Livenza, non poteva dunque mancare la Riserva della Biosfera di Miramare, che fin dagli anni ’70 ha aderito al programma UNESCO Man and Biosphere-Uomo e Biosfera: un riconoscimento ottenuto recentemente anche dal Parco delle Prealpi Giulie e che “certifica” la capacità dei territori coinvolti di coniugare la tutela e valorizzazione dell’ambiente e della biodiversità con lo sviluppo di attività umane sostenibili.

Per l’Area Marina Protetta di Miramare, soggetto gestore della Riserva della Biosfera su incarico del Ministero dell’Ambiente, sarà presente il responsabile Maurizio Spoto, che illustrerà le attività in corso e le prospettive di sviluppo della Riserva, in particolare sul fronte del turismo slow, che proprio in questi giorni ci vede impegnati, in stretta collaborazione con il Museo Storico e il Parco del Castello di Miramare, in alcune giornate dedicate agli operatori turistici per una promozione del promontorio e della Riserva MaB UNESCO a 360 gradi.

Qui il programma integrale della tavola rotonda