Articolo: Operazione “Clean water”: pulizia dei fondali con MareNordEst e WWF Miramare

Operazione “Clean water”: pulizia dei fondali con MareNordEst e WWF Miramare

Lauto il “bottino” dell’operazione di pulizia dei fondali organizzata in occasione della manifestazione MareNordest nel corso della mattinata di domenica 15 maggio e a cui ha dato supporto anche l’Area Marina Protetta di Miramare con una propria imbarcazione.

pulizia fondali

Nel corso dell’operazione “Clean Water” nel bacino San Giorgio sono stati raccolti e suddivisi per essere avviati alla raccolta differenziati 6 quintali di rifiuti raccolti in 13 casse, per lo più vetro (con 180 bottiglie e 18 bicchieri), plastica e copertoni, un orologio, due macchine fotografiche, maglioni, scarpe, occhiali, tre cellulari, un carrello della spesa e una sedia. Avendo operato solo per un’ora e raccolto il 40% dei rifiuti presenti, si calcola la presenza di almeno 1500 bottiglie solo a ridosso del Molo Audace.

Le operazioni di pulizia dei fondali hanno visto la presenza complessiva di oltre 100 volontari di varie associazioni attive sul territorio appartenenti al mondo sportivo e ambientalista e non solo – Pompieri Volontari, Sea Shepard, WWF AMP Miramare con un’imbarcazione dell’area protetta, e SICS Scuola Italiana Cani SaIvataggio Sezione FVG – e oltre 60 subacquei in mare provenienti anche dal resto della regione e dal Veneto: Triblù di Udine (gruppo più numeroso), Acqua Club Nautilus di Cittadella (Padova), Acquatik, Scuba Tortuga, Centro Sommozzatori Trieste e Immersioni con i Caschi di Mestre. Le operazioni di recupero e pulizia dei fondali si sono avvalse della collaborazione tecnica di Moretto e AcegasApsAmga.
Le operazioni si sono concluse anzitempo alle ore 11 per il ritrovamento di un oggetto di sospetta natura bellica.

FOTO: Maurizio Spoto

FONTE: http://www.marenordest.it/mare-nordest-2016-il-bilancio/