Articolo: “Plasticocene”: la mostra sui rifiuti marini sbarca a Monfalcone

“Plasticocene”: la mostra sui rifiuti marini sbarca a Monfalcone

Dopo l’inaugurazione a Barcolana, la mostra “Plasticocene – l’antropizzazione del mare” curata da Elisabetta Milan nell’ambito del progetto “Racconti di plastica” dell’associazione Anthropoi XXI e realizzata con la consulenza scientifica dell’AMP Miramare, arriva a Monfalcone.

 

La mostra sarà visitabile presso la Galleria d’Arte Contemporanea di piazza Cavour da sabato 24 ottobre a domenica 1° novembre, con un programma di diverse visite guidate dall’artista e laboratori didattici per bambini e ragazzi curati dallo staff WWF, gratuiti grazie al sostegno del progetto EcoFVG della Regione Friuli Venezia Giulia.

Sia le visite guidate che i laboratori per bambini sono a numero limitato e su prenotazione obbligatoria scrivendo a info@riservamarinamiramare.it o chiamando lo 040 224147 int.3 (lun-ven: 9.30-13)

VISITE GUIDATE
Le visite guidate con Elisabetta Milan si svolgeranno nei due weekend (24-25 ottobre e 31 ottobre-1° novembre) alle 11 e alle 17.30 e venerdì 30 ottobre alle 17.30.
Durata: circa 50 minuti
Target: adulti e bambini dagli 8 anni

plasticocene manifesto

LABORATORI DIDATTICI

> Sabato 24 ottobre
La Balenottera mangiona (età 5-7 anni)
La balenottera Guenda è alle prese con un fastidioso mal di pancia che la tormenta da giorni: ecco allora che i bambini saranno chiamati ad intervenire in prima persona per salvarla e consentirle di proseguire il suo viaggio nel mare. Guidati dalla lettura animata della storia di Guenda e con l’aiuto di un pupazzo di stoffa dall’interno “esplorabile”, affronteremo il grave problema dei rifiuti che invadono i mari, interferendo con la vita degli organismi, compromettendo l’intero ecosistema e finendo anche per insinuarsi nelle catene alimentari.

> Domenica 25 ottobre
> Venerdì 30 ottobre
Occhio ai micro! (età 8-11 anni)

Tra tutti i rifiuti plastici, quelli microscopici sono indubbiamente i più insidiosi, perché più difficili se non impossibili da asportare dall’ambiente e capaci di insinuarsi fino ai livelli più bassi della piramide alimentare marina. Armati di vetrini e microscopi digitali, ci addentreremo nel mondo delle microplastiche, scoprendo da dove provengono, quali le loro caratteristiche chimico-fisiche, quali sono i potenziali effetti sugli ecosistemi marini e sulla salute umana. Setacceremo campioni di sabbia scoprendo quante e quali microplastiche vi si nascondano, proveremo a classificarle e ad osservarle con lenti, e osserveremo alcuni processi che portano alla loro produzione e dispersione nell’ambiente.

plasticocene laboratorio micro

> Sabato 31 ottobre
Scovazze a mare (età 8-11 anni)
L’immondizia, a Trieste, si chiama così, al plurale: le scovazze. E sono davvero “a-mare” quelle che – in barba ai divieti – si intrufolano anche nelle aree protette, sopra e perfino sotto il mare, seguendo venti, correnti e maree. Nel laboratorio i bambini verranno coinvolti nell’analisi quali-quantitativa dei rifiuti rinvenuti sulla spiaggia protetta di Miramare durante le ultime pulizie: scopriremo quali rifiuti si spiaggiano di più, quali sia la loro probabile provenienza, quali i tempi di decomposizione e loro impatti sull’ambiente e sulle specie, riflettendo insieme sul modo in cui essi intervengono sugli equilibri degli ecosistemi marini.

> Domenica 1 novembre
PuliAMO il mare (età 5-7 anni)
Il mare è inquinato e i pesci sono scomparsi: chi ci aiuta a ripulire le acque e a ripopolarle con i loro veri abitanti? Grazie ad un’attività giocosa, faremo insieme ai bambini una pulizia virtuale del mare raffigurato in un tabellone magnetico, da cui rimuoveremo i numerosi rifiuti che fluttuano in superficie o ricoprono i fondali, li differenzieremo per tipologia per avviarli al corretto smaltimento e recupero e li sostituiremo con gli unici e autentici abitanti del mare, gli organismi marini, individuando per ognuno di essi la “casa” giusta in cui collocarli, dalla scogliera ai fondali sabbiosi, dalle praterie sommerse al mare aperto.