Articolo: Sabato 17 giugno: laboratorio sui “mostri marini” con AMP e Lega navale

Sabato 17 giugno: laboratorio sui “mostri marini” con AMP e Lega navale

Sabato pomeriggio, alle 18, la sezione Triestina della Lega Navale Italiana e e l’Area Marina Protetta di Miramare propongono un appuntamento eco-ricreativo per coinvolgere i soci e tutti gli interessati per una giornata di sensibilizzazione sul patrimonio inestimabile racchiuso nel nostro mare, di cui le Riserve marine sono baluardo, organizzata a corollario della Giornata Mondiale degli Oceani appena trascorsa.

Presso la sala Conferenze della Lega Navale, Molo Fratelli Bandiera 9, verrà svolto un laboratorio gratuito adatto ai bambini a partire dagli 8 anni, protagonisti, nel ruolo dei “mostri marini”, i rifiuti, che senza guardare in faccia nessuno, si insinuano anche sui fondali e sulle spiagge protette.

Lo staff del WWF- AMP Miramare porterà con sé i rifiuti spiaggiati rinvenuti di mese in mese sulla spiaggia protetta delle ex Scuderie e, assieme ai bambini, avvierà un processo di selezione per tipologia e materiale, pesatura e classificazione, ipotizzando, ove possibile, la provenienza dei diversi materiali.

vetro

I dati elaborati entreranno a far parte dell’archivio delle analisi mensili e potrà dare uno spunto per parlare del mestiere di chi lavora in un’area protetta.

Ma tornando all’attività, a seconda del materiale raccolto, gli spunti di riflessione con i ragazzi possono essere molteplici, offrendo modo di parlare della pervasività e della durabilità di alcuni materiali, e dell’impatto delle attività umane, anche riferite ai comportamenti dei singoli individui (per portare un esempio molto semplice, moltissime sono le cannucce, i tappi, i cucchiai da gelato e i bastoncini tipo cotton fioc che vengono rinvenuti sulla spiaggia).

L’evento, al quale parteciperà anche il direttore dell’AMP di Miramare, dott. Maurizio Spoto, sarà l’occasione per rinnovare la collaborazione tra la Lega Navale e WWF AMP Miramare, iniziata nel 2010 e già rinnovata, al fine di perseguire gli obiettivi comuni di implementare azioni in grado di incidere concretamente sui livelli di protezione della natura e valorizzazione degli habitat marino-costieri locali e specialmente della Costiera Triestina.