Articolo: Sabato 24 marzo 2018: passeggiata serale per Earth Hour

Sabato 24 marzo 2018: passeggiata serale per Earth Hour

In occasione dell’11esima edizione di Earth Hour, l’evento mondiale WWF contro i cambiamenti climatici, WWF AMP Miramare propone la passeggiata serale gratuita “Primavera in cielo e in terra”, condotta da un naturalista e da un esperto di astronomia.

Dal Pacifico alle coste atlantiche, domenica 24 marzo si spegneranno monumenti, luoghi simbolo, sedi istituzionali, uffici, imprese e abitazioni private di tutto il mondo con centinaia di eventi e iniziative speciali sul web e nelle migliaia di città coinvolte in un vertiginoso gioco colorato dell’ON-OFF delle icone mondiali.

Quest’anno, per l’11 compleanno di Earth Hour, la parola d’ordine è Connect2Earth, a sottolineare il legame tra il nostro benessere e l’equilibrio dei boschi, la purezza delle acque, la bellezza e ricchezza di vita e di specie. Il cambiamento climatico e la perdita di biodiversità sono, infatti, le priorità ambientali che il genere umano dovrà affrontare, attuando con azioni concrete l’Accordo di Parigi del 2015.

Primavera in cielo e in terra – passeggiata guidata gratuita

E per connetterci alla Terra dobbiamo (re)imparare ad ascoltarla, magari al buio, ad occhi chiusi, lontano dai rumori del traffico, quasi a voler percepire la Terra che si risveglia, come ogni primavera.

L’evento proposto dall’Oasi WWF di Miramare per sensibilizzare su questi temi è una passeggiata serale, con ritrovo alle ore 18 al piazzale davanti al tempio di Monte Grisa: l’uscita, guidata da un naturalista e da un esperto di astronomia, sarà dedicata a tutto campo alla primavera, botanica, faunistica ed astronomica.

A pochi giorni dall’equinozio primaverile, non potevamo farci sfuggire l’occasione per parlare della congiuntura astrale presente nel cielo in questo periodo dell’anno, con un occhio attento anche all’inquinamento luminoso dei nostri cieli. Ovviamente non mancheranno anche alcuni spunti per imparare ad osservare gli effetti dei cambiamenti climatici sugli organismi viventi come, ad esempio, la variazione del periodo di migrazione degli uccelli, la modifica dei tessuti delle foglie a seguito del surriscaldamento globale, il diverso spessore degli anelli degli alberi in epoche recenti… insomma, mille segnali ci dicono – in ogni stagione- che connetterci alla Terra è una necessità e non solo motivo di benessere!

La partecipazione è libera grazie al contributo della Regione Friuli Venezia Giulia e non è necessario prenotare.

NOTE: per il rientro si consiglia di munirsi di una torcia.